La storia del clenbuterolo

Sebbene ci siano poche informazioni riguardo alle origini precise del clenbuterolo, il nome è stato originariamente usato alcune volte negli 1970, quindi possiamo solo concludere che la formula originale per questo prodotto è stata scoperta durante o prima di questo decennio.

È stato anche commercializzato come dilaterol, spiropent e ventipulmin in concomitanza con l'essere soprannominato affettuosamente "clen". Se si sente parlare di questi nomi, tutti si riferiscono direttamente all'uso di clenbuterolo.

È interessante notare che, mentre il clenbuterolo è usato in modo diffuso per il trattamento di vari disturbi respiratori nei pazienti (compresa l'asma) non è ufficialmente autorizzato per uso umano dalla FDA in America.

Però; ha e gode tuttora di un'amministrazione umana diffusa in tutta Europa, dove è condonata dagli organi di governo competenti per ciascun paese.

È interessante notare che esiste una strada "ufficiale" approvata dalla FDA per l'applicazione negli Stati Uniti, che vedrete anche in atto in tutto il mondo; come un farmaco per i cavalli.

Uno degli elementi più dannosi delle corse di cavalli è che, quando il cavallo corre, può ingerire lo sporco per mezzo di calci indietro dai cavalli che lo precedono, che possono ostruire le vie respiratorie e provocare difficoltà respiratorie / rotture.

L'altro uso di clenbuterolo

Somministrare clenbuterolo dopo gara significa che le vie respiratorie diventano nuovamente chiare e questo eccesso di sporco può essere rimosso dal sistema respiratorio con relativa facilità.

A volte, il clenbuterolo viene utilizzato anche nel bestiame e altri animali come mezzo di accelerare / sostenere il tessuto muscolare e ridurre il grasso corporeo. La teoria alla base di questo è che aiuterà a produrre carne migliore.

E 'stato anche usato con i cavalli nel tentativo di ottenere lo stesso risultato finale a fini di prestazioni (come risultato di un aumento della massa magra e della riduzione congiuntiva del grasso corporeo) anche se ancora non ci sono prove conclusive che suggeriscano che può influenzare positivamente le prestazioni atletiche per i cavalli o avere un effetto drammatico sullo sviluppo della massa magra quando somministrato a loro.

Come accennato in precedenza, il clenbuterolo attraverso la sua stimolazione del SNS può teoricamente migliorare l'anabolismo (da qui la sperimentazione con cavalli e bestiame ... anche se solo quest'ultimo scenario ha dato risultati positivi). Ciò che non avevamo precedentemente specificato, tuttavia, era che si tratta solo di animali opposto agli umani.

La stessa riduzione del grasso corporeo / vasodilatazione del sistema respiratorio e dei vasi sanguigni si verifica ancora negli animali, ma le proprietà anaboliche del clenbuterolo sono (fino a prova contraria) esclusive solo per loro.

In realtà è stato il risultato dell'integrazione di clenbuterolo nel bestiame allo scopo di migliorare la carne rispetto a un enorme scandalo di contaminazione eruzione - questo era dovuto alla sostanza che sopravvive nel tessuto di animali morti e che costituisce una minaccia tossica per gli esseri umani.

È stato questo scandalo a portare a una serie piuttosto considerevole di linee guida per i ciclisti competitivi che consumano carne in Cina e in Messico, ma ne parleremo a breve.

Tutto questo "anabolismo" negli animali è ciò che alla fine ha portato ad un enorme dibattito all'interno della comunità del bodybuilding che non è mai stato completamente sepolto.

Mentre è importante affermare che ci sono analisi convincenti su entrambi i lati dell'argomento riguardo al fatto se l'inclen dimostri effettivamente una capacità anabolica nell'uomo; dobbiamo attenerci solo ai fatti comprovati.

Fino ad oggi, i fatti comprovati affermano che il clenbuterolo è efficace per ridurre il grasso corporeo e trattando i disturbi respiratori, e mentre mostra un certo grado di "evoluzione" anabolica negli animali - non ne mostra alcuno negli esseri umani (almeno non che possiamo misurare).

In effetti, ha nessun vantaggio dimostrato per quanto riguarda le prestazioni atletiche in un essere umano. Così ampiamente accettato dalla comunità medica è questo che non è raro che ciclisti e altri atleti di resistenza vengano trattati con composti di stimolazione beta-2 come il clenbuterolo quando soffrono di asma indotto dall'esercizio fisico.

Se uno qualsiasi degli enti sportivi governativi avesse anche la minima preoccupazione (basata sui risultati del mondo reale dai soggetti del test), il clenbuterolo potrebbe:

● Indurre un'accelerazione del tessuto magro
● Portare a un recupero avanzato ingiustamente
● Porta a una maggiore forza o resistenza

Non ci sarebbero semplicemente mezzi concepibili per accettare la sua integrazione (o l'integrazione di prodotti simili) in qualsiasi impostazione basata sulla performance.

Al momento non ci sono risultati di test o prove conclusive di alcun tipo che indichino che il clenbuterolo può avere un impatto positivo sulla sintesi proteica negli esseri umani e solo in misura marginale (rispetto ad altri prodotti) nel bestiame.

Ciò porterà indubbiamente alla contesa con alcuni lettori di questo profilo poiché questo è diventato un concetto così diffuso tra la comunità del bodybuilding, ma bisogna considerare se hanno o meno prove scientifiche a sostegno delle loro affermazioni.

Se non ne hanno, allora è quasi sempre perché non ce n'è. In quanto tale, l'affermazione semplicemente non può essere supportata.

Come e perché questa nozione ha avuto origine è quasi esclusivamente il risultato di un ora equo studio infame eseguito su ratti che hanno mostrato un effetto positivo per quanto riguarda (almeno) la conservazione dei tessuti magri durante l'utilizzo di clenbuterolo.

I risultati di questo studio sono quasi interamente ciò che ha portato all'assunzione da parte dei bodybuilder che gli stessi effetti sarebbero stati replicati negli esseri umani, e come tale, clen è stato una caratteristica importante come parte di alcuni piani PCT (Post Cycle Therapy) come mezzo di sostenere la massa muscolare magra da allora.

Quando ci si sofferma a riflettere sulla logica che sta alla base di questo concetto, è in qualche modo ridicolo che qualcuno associ la propria biochimica interna a quella di un topo in un modo non provato, quindi fa una dichiarazione conclusiva in merito al fatto che i due sono in qualche modo simili; ma è esattamente quello che è successo.

Da allora, il dibattito ha continuato.

Questo concetto non è "aiutato" da coloro che affermano di avere "sperimentato" la crescita muscolare mentre sul clenbuterolo o attraverso innumerevoli forum internet. Questa è certamente un'area tremendamente grigia ma è sicuro dire che nel complesso gli utenti in questione probabilmente avranno sperimentato ciò che percepiscono come guadagno di massa magra semplicemente a causa di una riduzione della percentuale di grasso corporeo permettendo loro di vedere il loro muscolo esistente in modo più efficace .

Vale anche la pena notare che dovrebbe il loro abitudini alimentari sono cambiati durante l'utilizzo di clenbuterolo (in modo positivo), in realtà potrebbero essere stati in grado di sviluppare tessuto magra durante l'utilizzo di conseguenza. In entrambi gli scenari; non sarebbe il clenbuterolo che ha portato allo sviluppo del tessuto magro. È in tema di uso umano che dobbiamo anche concentrarci sul "vero" scopo del clenbuterolo per quanto riguarda la sua applicazione come mezzo di alleviare "pressione" nelle vie respiratorie.

Clenbuterolo per perdita di peso

Ha dimostrato di essere incredibilmente efficace per questo scopo; è infatti uno dei più popolari broncodilatatore prodotti oggi amministrati in tutto il mondo. Perché allora la FDA non ha mai autorizzato ufficialmente il clenbuterolo per uso umano negli Stati Uniti?

Ci sono un paio di teorie riguardo al perché, ed entrambi hanno un senso (probabilmente sono entrambi veri l'uno dell'altro). Il primo è che ci sono semplicemente tanti altri farmaci broncodilatatori efficaci là fuori che il clenbuterolo non è necessario in questa capacità negli Stati Uniti. Considerando i potenziali problemi avversi che possono sorgere dall'uso di clen (come vedremo in seguito), è giusto dire che non è necessario "complicare eccessivamente" il mercato e rilasciare un farmaco che francamente potrebbe rivelarsi più dannoso di altri già in circolazione effettiva.

Il secondo è che la FDA non vuole particolarmente esporre inutilmente gli atleti ai potenziali sintomi avversi offerti dal farmaco considerando (come precedentemente affermato) altri stimolanti beta-2 efficaci in circolazione.

In questo caso, si tratta di un semplice caso di "perché provare a correggere qualcosa che non è rotto?" Specialmente quando il rischio di usare questo oggetto è piuttosto alto. Tanto è vero che (come già affermato) i ciclisti professionisti hanno una serie molto rigida di linee guida che devono essere rispettate quando si consumano carne in Messico e in Cina. Ciò al fine di garantire che non siano soggetti a potenziali tossicità offerte dalla digestione di "clenbuterolo di seconda mano" quando si consuma carne preparata in queste aree.

Pertanto, entrambi gli scenari sono strettamente correlati, sebbene per ragioni leggermente diverse, sebbene alla fine seguano la stessa logica. Il clenbuterolo sembra comportare un rischio non necessario sia per la comunità atletica che per il pubblico generale negli Stati Uniti, che supera i suoi benefici. Queste spiegazioni sul perché il clen non vede un uso diffuso hanno senso e probabilmente formano almeno parte del processo di pensiero alla base della posizione della FDA sull'uso umano del farmaco.

Per quanto riguarda l'uso "non ufficiale" dei clenbuteroli - è stato usato da decenni nei circoli del bodybuilding, principalmente come mezzo efficace per ridurre il grasso corporeo. Questo non era l'unico uso "previsto" per il clenbuterolo sebbene, prima della nostra (ora) conoscenza approfondita del farmaco - i bodybuilder avevano osservato gli effetti che si verificano nei ratti e nel bestiame e hanno deciso che questo "nuovo" tipo di steroidi potrebbe essere la risposta a tutte le loro preghiere. Apparentemente offriva una riduzione del grasso in concomitanza con lo sviluppo del tessuto magro e presentava un rischio relativamente basso di effetti collaterali se posto contro la maggior parte degli altri steroidi anabolizzanti disponibili sul mercato.

Un altro elemento sorprendente (al momento) era il fatto che fu proprio durante questi primi anni che la comunità estetica iniziò ad affrontare i test antidroga negli spettacoli di bodybuilding. Questo avveniva in gran parte attorno a un infame scandalo del doping riguardante il turinabol mentre uno stato di "emergenza" veniva instillato in tutti gli sport, incluso il bodybuilding, per rendere le rispettive discipline più "pulite" possibili per il pubblico.

Clenbuterol Health Review

Sebbene nel corso di questi test siano state portate avanti molte sostanze, il clenbuterolo non era uno di questi. Come tale, si pensava che questo nuovo farmaco sarebbe stato il mezzo perfetto per continuare ad accelerare la crescita muscolare in concomitanza con gli altri benefici offerti senza essere rilevabile.

Col passare del tempo, questo risultò essere completamente falso; Člen utile (all'interno di una capacità di bodybuilding) per poco più di accelerare la perdita di grasso e possibilmente migliorare l'assorbimento dei nutrienti a causa di un aumento della funzionalità circolatoria. A parte questo, però, non esiste un motivo scientificamente provato per sperare di averne le speranze mentre lo si usa. Alcuni sostengono che sin dalla scoperta che il clenbuterolo non è in grado di fare nemmeno la metà di ciò che è stato percepito come capace, in realtà non è una delle migliori opzioni là fuori anche per quanto riguarda la combustione dei grassi.

Questo processo di pensiero è in gran parte infondato, essendo che è veramente un mezzo molto efficace per gettare i rifiuti sul grasso corporeo se usato in modo appropriato. Sarebbe tuttavia piuttosto preciso affermare che tutta la "isteria" iniziale è stata la piattaforma di lancio perfetta per il clenbuterolo dal punto di vista del marketing.

Senza gli errati presupposti che le persone hanno fatto in quel momento per quanto riguarda le sue capacità anaboliche, il prodotto probabilmente non sarebbe stato così vicino come è stato e continua ad esserlo fino ad oggi. Il suo successo è forse in gran parte fino a una variante opposta del Effetto Streisand - Uno dei motivi principali per cui Člen è così utile e ampiamente somministrato nei giorni nostri è che si impila molto efficacemente con altri composti, rendendolo quindi un eccellente ingrediente "di base". Quando si tratta di tagliare, è possibile combinarlo con gli ormoni tiroidei (come T3 e T4 - vedere i loro profili separati per ulteriori informazioni) così come gli steroidi iniettabili / altri steroidi orali a causa del fatto che clen non è tossico per il fegato (come per uno steroide orale C-17 AA.)

Questo lo rende completamente versatile e come tale ed estremamente efficace per la riduzione del grasso corporeo quando integrato in una fase di taglio. Va anche notato che, mentre abbiamo discusso ampiamente sulla prestazione / perdita di grasso come parte di un taglio, il clenbuterolo è uno dei pochi prodotti utilizzati dal pubblico per scopi di perdita di peso "standard". Così popolare, infatti, è questa sostanza che ha persino visto un uso diffuso tra le celebrità per raggiungere i loro obiettivi di perdita di peso esigenti.