Clenbuterolo per atleti

Questo è dove l'integrazione di clenbuterolo diventa un po 'confusa: usarlo per scopi atletici è in alcuni casi vantaggioso e in altri completamente priva di senso.

Esaminiamo i fatti prima di procedere oltre:

  • Il clenbuterolo può accelerare la funzione respiratoria
  • Clenbuterolo può aiutare a ridurre il grasso corporeo
  • Il clenbuterolo non ha effetti sulla sintesi proteica negli esseri umani
  • Clenbuterolo può migliorare la messa a fuoco
  • Clenbuterolo non ha alcun effetto dimostrato sui guadagni di forza negli esseri umani

Otterremo i negativi di prima mano affermando che l'uso di clenbuterolo come atleta non avrà alcun impatto significativo sulle prestazioni atletiche, con l'unica possibile eccezione che potrebbe migliorare la resistenza a causa di un maggiore consumo di ossigeno.

Qualsiasi sportivo che praticasse le seguenti discipline probabilmente non trarrebbe alcun vantaggio dall'uso di clenbuterolo:

  • Baseball
  • Arti marziali miste
  • Boxe
  • Cricket
  • Pallacanestro
  • Sprint
  • Salto lungo
  • Lancio del giavellotto
  • Lancio del disco

Ci sono molte altre discipline che potremmo aggiungere a questa lista, ma nel complesso il tema ricorrente di tutti gli sport di cui sopra è che presentano tutti movimenti "esplosivi" eseguiti in un breve lasso di tempo.

Effetto del clenbuterolo sulle prestazioni atletiche

Questo è in contrasto con le discipline basate sulla resistenza più durature in cui il clenbuterolo può effettivamente rivelarsi utile grazie alla sua capacità di migliorare l'assorbimento di ossigeno.

Gli sport all'interno di quest'ultima categoria includeranno:

  • Corsa a lunga distanza di qualsiasi tipo
  • Canottaggio (questo sport è un po 'un ibrido tra una disciplina di lunga e breve distanza, quindi gli effetti positivi del clenbuterolo in questo caso sarebbero certamente discutibili pur essendo ancora possibile)
  • Ciclismo
  • Nuoto (questa disciplina rientra nella stessa categoria del canottaggio)

Probabilmente, l'uso del clenbuterolo può davvero portare ad una maggiore resistenza quando si prende parte a queste discipline. Tuttavia, se l'utente si trova già in uno stato di buona salute (cosa che ci si aspetterebbe da un atleta / sportivo), è difficile stabilire con esattezza in che misura un eccesso di clenbuterolo possa effettivamente fornire.

Tenete presente che il suo uso ufficiale è un mezzo per aprire le vie respiratorie di coloro che non hanno una funzionalità respiratoria ottimale. Di solito, anche un atleta applica solo un prodotto beta-2 di questa natura come mezzo per alleviare la respirazione subottimale.

Clenbuterolo per atleti

Per coloro che hanno già delle vie respiratorie chiare, ciò non può comportare alcun beneficio aggiuntivo. Un elemento che potremmo forse discernere come "sempre" di beneficio sarebbe che il clenbuterolo potrebbe semplicemente garantirlo le vie aeree sostengono la loro dilatazione ottimale per un periodo più lungo rispetto all'esercizio senza di esso.

È probabilmente basato su questo processo di pensiero che la sostanza inizialmente è stata vietata per l'uso nello sport. Anche se probabilmente non produrrà un impatto (se non) positivo, il rischio di fornire un vantaggio ingiusto nella considerazione sopra delineata è ancora abbastanza elevato da giustificare il fatto di essere etichettato come PED (Performance Enhancing Drug). altri benefici, la capacità di bruciare i grassi offerta da clenbuterolo potrebbe certamente essere vantaggiosa in alcuni scenari sportivi, anche se non sarebbe per un beneficio di miglioramento delle prestazioni per dire.

In molti sport, i concorrenti sono classificati in base al peso - può essere tremendamente difficile perdere abbastanza grasso corporeo in eccesso per "pesare" in tempo per le pesate pre-gara a volte; in quanto tale, l'assunzione di clenbuterolo potrebbe aiutare i concorrenti a raggiungere il loro peso target in tempo. Ciò ovviamente sarebbe difficile dato che il clenbuterolo è una sostanza vietata negli sport - l'utente dovrebbe assumersi non una piccola quantità di rischio quando lo si integra.

In effetti, è intorno alla finestra di pesatura pre-gara che è probabile che vengano eseguiti test antidroga: ciò renderebbe il rischio di un utilizzo di clenbuterolo doppiamente potente. Per coloro che competono all'interno di una struttura non testata tuttavia, il clenbuterolo potrebbe dimostrarsi un mezzo incredibilmente utile per raggiungere il peso di gara perfetto di un atleta.

L'eccedenza a questo vantaggio e il potenziamento dell'ossigeno (potenziale) precedentemente menzionato potrebbero anche derivare da una capacità potenzialmente elevata di utilizzare e distribuire i nutrienti all'interno del corpo. Si tratterebbe di un'estensione naturale dell'offerta circolatoria / respiratoria migliorata e potrebbe portare a un atleta in grado di ottenere "più" benefici fisici da il cibo che mangiano rispetto alla normale ingestione senza la presenza di clenbuterolo.

Tuttavia, quanto sia efficace questa assunzione teorica di nutrienti è piuttosto incommensurabile (se dovessimo basare sull'aumento del tasso metabolico in offerta, allora potremmo ragionevolmente presumere che un utente potrebbe ottenere un extra beneficio di assunzione di nutrienti 10%. ) Vale anche la pena di notare che l'assorbimento di sostanze nutritive migliorato in offerta si riferirebbe in gran parte alla velocità con cui i nutrienti sono stati assorbiti rispetto alla quantità di ogni sostanza nutritiva che potrebbe essere assorbita.

Mentre questo potrebbe avere eccellenti implicazioni durante le finestre di addestramento pre e post (e in qualsiasi altro periodo in cui la velocità di assorbimento dei nutrienti è vitale), probabilmente non fornirebbe alcun beneficio in più in qualsiasi altro momento. Nel complesso, quindi, i benefici del clenbuterolo all'interno di un lo scenario atletico può essere al massimo marginale e, nel peggiore, inesistente. Ciò significa che è in gran parte inaccessibile per il miglioramento atletico salvo per gli scenari molto specifici precedentemente delineati.